Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità; illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti alluso dei cookie.

23 October 2017

CENTRO DI FORMAZIONE MUSICALE

Siamo pronti a credere in voi...
 TEORIA
  • Impostazioni delle mani (sinistra e destra).

  • Suono: corde a vuoto con pennata in battere in varie suddivisioni; (terzine, quartine, quintine, ottavi, etc.).

  • Scala cromatica.

  • Esercizi di lettura ritmica.

  • Formazione della scala maggiore, minore, minore armonica, minore melodica.

  • Le cinque diteggiature strette della scala: maggiori, minori, pentatoniche, blues.

  • Le scale maggiori, minori, pentatoniche blues 3 note per corda.

LICKS sulle scale – relazione accordo/scala; relazione maggiore/minore.

  • Sistema CAGED.

  • Improvvisazione su scale maggiori, minori pentatoniche.

  • Lettura melodica libro “W. Leavitt” vol. 1,2, 3.

  • Trascrizione e studio di brani famosi (ritmica e solisti).

  • Studio di brani in vari stili, analisi, armonia e improvvisazione con scale ed arpeggi.

 

TECNICA

  • Impostazione delle mani (sinistra e destra).

  • Pennata in battere ed alternata.

  • Studi di velocità con metronomo.

  • BENDING E RELEASING:

SLIDE

VIBRATO

STACCATO

LEGATO

STRING SKIPPING

TAPPING

PALM MUTING

SWEEP PICKING

  • Armonici naturali.

  • Armonici artificiali.

 

ARMONIA

  • Intervalli sulla tastiera

  • Intervalli semplici e composti.

  • Circolo delle quinte.

  • Triadi maggiori, minori in posizioni strette e late.

  • Rivolti delle triadi.

  • Accompagnamento brani con triadi strette.

  • Triadi diminuite ed aumentate.

  • Arpeggi a tre e quattro voci. Improvvisazione con arpeggi e triadi.

  • Armonizzazione della scala maggiore con le triadi.

  • Armonizzazione delle scale con accordi di settima.

  • Accompagnamento con accordi di settima.

  • Accordi e arpeggi di settima diminuita.

  • I MODI:

IONICO

DORICO

FRIGIO

LIDIO

MISOLIDIO

EOLIO

LOCRIO.

Il corso prevede anche la conoscenza dei vari amplificatori per chitarra, valvolari (transistor, combo, stach) e virtuali, degli ibridi dei cavi e degli accessori.

Effettistica processori di segnale

COMPRESSORE EQUALIZZATORE

PEDALE VOLUME NOISE - GATE

WHA – WHA SIMULATORI ACUSTICI

DISTORSORE ACCORDATORI

OVER DRIVE BOOSTER

CHORUS  WHAMMY PEDAL

PICH – SHIFTEN  LINE SELECTOR

OCTAVEN E - BOW

PHASEN SLIDE

FLANGER TALK BOX

TREMOLO GUITAR SYNTH

DELAY

RIVERBERO

 

SET-UP DEL CHITARRISTA

  • Disposizione dei pedali.

  • Cablatura dell’effettistica.

  • Costruire ed assemblare una pedaliera

 

STUDIO RECORDING

  • Cura del suono durante la registrazione.

  • Uso della giusta effettistica (chitarra ed amplificatore) per l’ottimizzazione della sonorità in relazione al brano da eseguire.

  • Scelta dei microfoni.

  • Posizionamento dei microfoni per la ripresa dell’amplificatore.

  • Scrittura personalizzata di una partitura da registrare.

  • Lettura ed interpretazione della partitura.

  • Ripresa della chitarra acustica e classica.

  • Live performance.

  • Creare una band.

  • Preparazione repertorio.

  • Prove.

  • Preparare set-up per un concerto.

  • Cura del suono durante il live.